La percentuale di fumatori va riducendosi significativamente in tutto il territorio italiano.

Ci sono importanti gruppi della popolazione tra i quali non si osserva la tendenza alla riduzione: le donne giovani, in particolare nelle regioni meridionali, gli adolescenti.

Si è formato un importante segmento di consumatori che usano sigarette rollate in proprio (RYO Roll-Your-Own). I fumatori di RYO costituiscono circa il 10% dei fumatori.

I nuovi prodotti immessi sul mercato come meno nocivi: sigarette elettroniche e dispositivi a tabacco riscaldato (Heat-Not-Burn) stanno creando un loro mercato di nuovi consumatori di nicotina oppure di fumatori che usano anche o solo questi nuovi prodotti. Bisogna monitorare il loro impatto sui comportamenti e sulla salute.

In Italia, la sorveglianza sul fumo si avvale di diverse fonti complementari. Le principali sono:

  • Il Sistema delle Indagini Multiscopo sulle famiglie dell’Istat fornisce informazioni sulle abitudini dei cittadini in età dai 14 anni in su.
  • L’indagine DOXA sul fumo condotta con l’Istituto Superiore di Sanità è una survey annuale che consente di ottenere molte informazioni, anche riguardanti atteggiamenti e percezione, grazie a un questionario che può essere modificato ogni anno, in base ai problemi attuali. 
  • Il Sistema di Sorveglianza PASSI, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e gestito da Regioni con le loro Aziende Sanitarie mirato ai comportamenti a rischio per la salute. 
  • Health Behavior in School Children un’indagine quadriennale, condotta a livello internazionale, sui comportamenti e gli atteggiamenti di adolescenti scolarizzati.
  • Global Youth Tobacco Survey una indagine internazionale, disegnata in modo specifico su fumo ed impatto delle politiche di promozione della salute sui comportamenti degli adolescenti.

ADULTI (18-69 anni) CHE CONSUMANO SIGARETTE IN ITALIA

Secondo il sistema di sorveglianza PASSI, in Italia, la maggioranza degli adulti tra 18 e 69 anni non fuma o ha smesso di fumare, ma la frequenza di fumatori è a tutt’oggi elevata (26% della popolazione adulta).

La percentuale di fumatori va riducendosi significativamente in tutto il territorio italiano. Questa riduzione interessa in particolar modo le classi sociali più agiate.
La variabilità regionale mostra in testa alla classifica delle Regioni con le più alte quote di fumatori l’Umbria, l’Abruzzo, Lazio, Sicilia e Campania.
Il fumo di sigaretta è più frequente fra le classi socioeconomiche più svantaggiate (meno istruiti e/o con maggiori difficoltà economiche) e negli uomini. Il consumo medio giornaliero è di circa 12 sigarette, tuttavia un quarto dei fumatori ne consuma più di un pacchetto.

Tratto da: http://www.epicentro.iss.it/passi/dati/fumo.asp?tab-container-1=tab2


PERSONE (di 14 anni e oltre) CHE CONSUMANO SIGARETTE IN ITALIA (dati ISTAT)

Secondo l’Istat, che rileva la prevalenza di fumatori a partire dal 1980, considerando la popolazione dai 14 anni in su, la frequenza nel periodo di osservazione, è scesa di ben 16 punti percentuali: dal 36% (1980) al 22% (2008), fino al 20% nel 2015.

Istat. Sere Storiche: Tavola 4.12. Fumatori di 14 anni e più per ripartizione geografica e sesso


ADULTI (18-69 anni) CHE CONSUMANO SIGARETTE FATTE IN PROPRIO


ADULTI (18-69 anni) CHE CONSUMANO SIGARETTE ELETTRONICHE

Nella popolazione generale degli adulti 18-69 anni, circa il 2% usa sigarette elettroniche da sole o combinate alle sigarette combustibili. L’uso più frequente di sigaretta elettronica si osserva fra i fumatori di sigaretta di tabacco, fra i quali la prevalenza d’uso è pari al 5,5 %.

Tra gli ex-fumatori, la prevalenza di uso di sigarette elettroniche è più bassa in confronto ai fumatori, e pari al 2,3%.

Fra i non fumatori la prevalenza di uso di sigarette elettroniche è pari a 0,1%.

*nei 12 mesi precedenti l’intervista

Tratto da: Il contributo di Passi alla sorveglianza sull’uso della sigaretta elettronica in Italiahttp://www.epicentro.iss.it/passi/focus/e-cigPassi2015.asp#Ita


ADOLESCENTI CHE CONSUMANO SIGARETTE IN ITALIA

Anche se la maggioranza dei ragazzi tra 11 e 15 anni, in Italia, non ha mai fumato, un ragazzo o ragazza su 5 fuma attualmente sigarette. Accanto a questo dato, emerge una significativa diffusione delle sigarette elettroniche.

Tratto da: Global Youth Tobacco Survey, le indagini http://www.epicentro.iss.it/gyts/gyts.asp