Accessibilità: per i ragazzi è oggi più difficile acquistare le sigarette, ma c’è ancora da fare

Un ragazzo su 5, in Italia, compra sigarette dal tabaccaio, nonostante la legge vieti la vendita ai minorenni

  • Nel 2010, il 49% dei ragazzini fumatori comprava le sigarette in tabaccheria e il 38% al distributore automatico. Nel 2014 il limite di età per per l’acquisto fu portato a 18 anni, e nel 2016 le pene per il gestore furono inasprite, I risultati ci sono stati, ma il divieto di vendita non è rispettato sempre e dappertutto, visto che, tra i ragazzi 13-15 anni che fumano, il 20% acquista le sigarette in tabaccheria, il 16% tramite distributore automatico.
Dove hanno comprato le sigarette i ragazzi 13-15 anni che hanno fumato nei 30 giorni precedenti

Nonostante sia vietato vendere sigarette ai minori di 18 anni, è ancora alta la quota di ragazzini, a cui i tabaccai vendono le sigarette senza accertare l’età

Ragazzi 13-15 anni cui non è stata rifiutata la vendita di sigarette a causa della giovane età, tra quelli che hanno fumato nei 30 giorni precedenti

Sigaretta Elettronica: la maggioranza (80%) dei ragazzi che svapano dichiara di aver avuto le e-cig da un amico, il resto dal rivenditore o Internet.

La Sorveglianza GYTS si basa su un’indagine scolastica periodica, effettuata in molti paesi, con la stessa metodologia di campionamento di scuole e classi, gli stessi questionari e con procedure uniformi di raccolta, gestione e analisi dei dati. L’indagine è una delle quattro che compongono il Sistema di Sorveglianza Mondiale sull’uso di Tabacco dell’OMS (GTSS). Viene coordinata dal CDC di Atlanta e condotta in Italia dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Servizio Sanitario su mandato del Ministero della Salute .
Indicatori di accessibilità:
Comprate al sale tabacchi = Studenti che hanno dichiarato di aver aver comprato le sigarette dal tabaccaio nei 30 giorni precedenti, tra coloro che fumano sigarette, negli ultimi 30 giorni (“current smokers”)
Mancato rifiuto di vendita per la giovane età = Ragazzi 13-15 anni (tra quelli che hanno fumato, nei precedenti 30 giorni) cui il tabaccaio non abbia rifiutato di vendere sigarette a causa dell’età.

Per approfondire:
– la presentazione di Valentina Minardi (Iss) in occasione del workshop “Risultati dell’indagine sui giovani e il tabacco 2018” (Roma, 5 aprile 2019)
– il Primo Piano del workshop “Risultati dell’indagine sui giovani e il tabacco 2018” (Roma, 5 aprile 2019)
– il fact sheet in inglese “Italy 2018. Global Youth Tobacco Survey (GYTS). Fact sheet
– La sorveglianza GYTS in Italia (vedi, in particolare, la raccolta dati 2018)
– La sorveglianza GYTS nel mondo