Dieci comuni preconcetti sul tabacco

… messi a confronto con la realtà dei fatti

fai click sul preconcetto

Fumare è un atto volontario di adulti consapevoli

Smettere è solo questione di forza di volontà

Lo Stato risparmia sulle pensioni perché i fumatori muoiono prima

A una certa età, non vale più la pena smettere di fumare, tanto quello che è fatto, è fatto!

L’industria del tabacco è un’industria normale

E’ vero il tabacco fa male alla salute, ma fa bene alle casse dello Stato e all’economia del Paese

Le politiche contro il tabacco danneggiano gli agricoltori

in Italia c’è il monopolio e lo Stato ci guadagna, perciò non si mette contro il tabacco!

L’aumento dei prezzi non fa diminuire la domanda delle sigarette, perché la dipendenza è forte. Così i fumatori, puniti e tartassati, si impoveriscono e lo Stato ingrassa!

La gente è contraria alle misure di controllo del tabacco che sono vessatorie. Perciò manca il sostegno pubblico.