La bioplastica dei filtri delle sigarette ostacola la crescita delle piante

ulteriori danni all’ambiente, fino ad ora non conosciuti, emergono da uno studio inglese

Uno studio pubblicato sulla rivista Ecotoxicology and Environmental Safety, condotto dalla Anglia Ruskin University, ha rilevato che la presenza di mozziconi nel terreno inibisce per il 27% la germogliazione del trifoglio, e del 28% la sua lunghezza, dimezza la massa delle radici.
Nel caso dell’erba loglio (lolium perenne), la germogliazione diminuisce del 10% e la lunghezza del 13%.

Abstrat grafico dei risultati dello studio (adattato dall’articolo originale)

I ricercatori hanno campionato le località intorno alla città di Cambridge e hanno trovato aree con ben 128 mozziconi abbandonati per metro quadrato.
Hanno messo in luce, per la prima volta, l’effetto dei filtri delle sigarette sulla crescita delle piante, in particolare il trifoglio e il loglio. I filtri delle sigarette non fumate avevano quasi lo stesso effetto dei filtri usati, indicando che il danno alle piante è causato dal filtro stesso, indipendentemente dalla presenza in esso dei prodotti tossici trattenuti nel passaggio del fumo aspirato.
La maggior parte dei mozziconi contiene un filtro fatto di un tipo di bioplastica (la fibra di acetato di cellulosa). Si stima che, ogni anno, circa 4,5 miliardi di mozziconi vengano disseminati sul pianeta, andando a costituire la forma più pervasiva di inquinamento plastico.
Intervistata dalla BBC, la dottoressa Green – docente di biologia presso l’Anglia Ruskin University – ha dichiarato: “Nonostante sia comune vedere questo tipo di immondizia che sporca strade e parchi in tutto il mondo, lo studio mostra per la prima volta l’impatto dei mozziconi sulle piante”…. “Abbiamo scoperto che hanno avuto un effetto negativo sulla riuscita delle germinazione e sulla crescita di loglio e trifoglio e hanno ridotto di oltre la metà la massa delle radici del trifoglio.” …. “Il loglio e il trifoglio sono importanti colture foraggere per il bestiame e sono comunemente presenti negli spazi verdi urbani. Sono necessari anni, se non decenni, per la completa biodegradazione dei filtri”.
Il coautore Dr Bas Boots ha aggiunto: “Sebbene sia necessario ulteriore lavoro, riteniamo che sia proprio la composizione chimica del filtro a causare danni alle piante.

Già conoscevamo i danni che i mozziconi provocano alle città che per ripulire le strade devono sobbarcarsi di spese, all’ambiente marino. Ora sappiamo che ci sono danni anche alla vegetazione.

Crescita vegetale attorno a un legnetto e attorno a un mozzicone (a destra).
tratto dall’articolo citato qui sotto

Leggi anche: Danielle Green Cigarette butts are the forgotten plastic pollution—and they could be killing our plants. The Coversation.
da questo articolo è tratta la figura in evidenza.