Osservatorio lobby e pubblicità: un incontro che sa di Lobby del Tabacco in Senato

Convegno sullo Scompenso cardiaco organizzato in Senato da Associazione cardiologi ospedalieri (Anmco), Associazione parlamentare salute e prevenzione, con il contributo non condizionante di Philip Morris Italia.

Un gruppo di ricercatori ha scritto una lettera al Direttore del Quotidiano Sanità per denunciare che il convegno del Senato, dedicato tra l’altro ai prodotti a tabacco riscaldato (tipo iQOS), era sostenuto dalla multinazionale del tabacco Philip Morris. Diversi relatori hanno espresso l’idea che bisogna prendere atto della difficoltà per molti fumatori di smettere e che in questi casi è utile poter proporre un’alternativa meno dannosa, per l’appunto le iQOS.
I ricercatori, evidenziano che, mentre non è ancora chiaro se, usando i nuovi prodotti i vecchi fumatori abbandonano completamente le sigarette tradizionali, c’è il rischio che chi non ha mai fumato acquisisca la dipendenza da nicotina, assumendola proprio con questi dispositivi o con le sigarette elettroniche, per cui il rapporto beneficio rischio nella popolazione è ancora tutto da esplorare.
Non è opportuno discutere di prodotti a tabacco riscaldato in Senato, senza una sufficiente base di dati, a maggior ragione se a finanziare l’evento è una ditta produttrice.

la lettera è a firma di: Associazione Alessandro Liberati (Giulio Formoso, Maria Grazia Celani, Michela Cinquini, Silvia Minozzi) e Network Italiano Cochrane (Teresa Cantisani, Roberto D’Amico)

Leggi la lettera a Quotidiano Sanità
Leggi l’articolo dell’Adnkronos sul convegno in Senato.