Regolamentazione delle Sigarette Elettroniche in Italia (1)

La normativa italiana (aggiornata a Settembre 2020)

Controllo pre-vendita

  • Controllo sul prodotto: fabbricanti e importatori devono notificare i loro prodotti fornendo informazioni sul fabbricante, gli ingredienti, dati tossicologici relativi a ingredienti ed emissioni, dati su dosi e assorbimento di nicotina, descrizione del prodotto e del processo di produzione.
  • Autorizzazione: necessaria autorizzazione per aziende di produzione e depositi di liquidi
  • Standard per liquidi con nicotina nelle sigarette elettroniche o nei contenitori di liquido di ricarica
    • Capacità dei serbatoi di sigarette elettroniche non superiore a 2 ml
    • Volume dei contenitori venduti per la ricarica di e-liquid non superiore a 10ml
    • Concentrazione di nicotina degli e-liquid non superiore a 20 mg/ml
    • Prodotti con nicotina e imballaggi a prova di bambino e di manomissione
  • Divieto di uso di alcuni specifici additivi (ad es. vitamine, caffeina, additivi che colorano le emissioni); e divieto di uso di ingredienti dannosi per la salute – ad eccezione della nicotina.

Pubblicità

Informazioni per il consumatore

  • Impegno alla trasparenza: il Ministero della salute ed il Ministero dell’economia rendono disponibili al pubblico le informazioni presentate dalle imprese.
  • Obbligo di informazione ai consumatori: tramite un foglietto di istruzioni, con divieto di fornire informazioni ingannevoli (ad esempio, quelle relative a proprietà rivitalizzanti, energizzanti, curative, di ringiovanimento, naturali, biologiche oppure ad altri benefici per la salute o allo stile di vita)
  • Avvertenza relativa alla salute: «Prodotto contenente nicotina, sostanza che crea un’elevata dipendenza. Uso sconsigliato ai non fumatori».
  • Concentrazione di nicotina nel flacone di e-liquid: Il Ministero della Salute  ha chiesto ai produttori di sigarette elettroniche di riportare sui prodotti, la concentrazione di nicotina (se presente).
  • Protezione dei bambini: e di apporre i necessari simboli di tossicità, nonché la frase “Tenere lontano dalla portata dei bambini”.

Accessibilità

  • Divieto di vendita ai minori di 18 anni: esteso ai liquidi contenenti nicotina ed ai dispositivi elettronici. I liquidi senza nicotina possono essere venduti ai minori, ma solo dai tabaccai.  
  • Vendita via web dei liquidi per sigaretta elettronica: consentita, purché siano previsti controlli che non permettano ai minori di poterli acquistare.
  • Vendite a distanze transfrontaliere: vietate quelle ai consumatori, consentite ai gestori di depositi di prodotti liquidi da inalazione. 

Limitazioni al consumo nei locali pubblici (divieto di svapo)

  • nei locali chiusi delle scuole statali e paritarie e nei  centri  di formazione professionale
  • nei locali chiusi e aree all’aperto di pertinenza delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e di formazione,  comprese  le  scuole in comunità di recupero e gli istituti penali per i minori
  • nei locali chiusi dei centri per l’impiego e i centri di formazione professionale.

In mancanza di un divieto esplicito, l’esercente o il dirigente può stabilire un divieto di fumo esteso anche allo svapo di sigarette elettroniche.

Tassazione

  • Regime fiscale agevolato:  8 cent/ml nel caso dei liquidi con nicotina e 4 cent/ml nel caso dei liquidi senza nicotina. In precedenza la tassazione, equiparata a quella sui tabacchi, era di circa 37 centesimi/millilitro per i liquidi con nicotina. (Decreto-legge 119/2018 GU n. 293 del 2018 LEGGI QUI).

Monitoraggio

  • Vendite: nessuna informazione statistica disponibile che consenta di monitorare le vendite
  • Sorveglianza consumatori: dati auto-riferiti derivati dalle indagini dell’Istituto Superiore di Sanità: Doxa (14 anni in su), Passi (18 anni in su) e GYTS (Studenti 13, 15 e 17 anni).

Fonte

  • DECRETO LEGISLATIVO 12 gennaio 2016, n. 6 Recepimento della direttiva 2014/40/UE sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative alla lavorazione, alla presentazione e alla vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati e che abroga la direttiva 2001/37/CE. (16G00009) (GU Serie Generale n.13 del 18-01-2016)
  • DECRETO-LEGGE 12 settembre 2013, n. 104 Misure urgenti in materia di istruzione, universita’ e ricerca. (13G00147) (GU Serie Generale n.214 del 12-09-2013)

Per approfondire