Sigarette elettroniche: aggiornate le avvertenze sui pericoli per la salute e regole per le rivendite

L’Agenzia dei Monopoli, questa volta, ha fatto il suo mestiere, ma manca un pezzo importante

Sede dell’Agenzia delle Accise, Dogane e dei Monopoli (Roma via Mario Carucci, 71)

1. AGGIORNATE LE AVVERTENZE SULLA SALUTE

Il Direttore Generale dell’Agenzia dei Monopoli, con propria determinazione, ha disposto l’aggiornamento delle avvertenze per la salute sulle confezioni dei liquidi e l’imballaggio esterno delle sigarette elettroniche, già normate dal Decreto legislativo n. 6 del 2016, art. 21. Con la nuova disposizione, le avvertenze cambiano così.

Per i liquidi contenenti nicotina:

Prodotto contenente nicotina, sostanza che crea un’elevata dipendenza. Uso sconsigliato ai non fumatori.
Per info chiama il numero verde 800554088 dell’Istituto Superiore di Sanità

Per i liquidi senza nicotina:

Il prodotto può contenere sostanze pericolose per la salute.
Per info chiama il numero verde 800554088 dell’Istituto Superiore di Sanità

2. REGOLE PER I NEGOZI DI PROSSIMITA’ CHE VENDONO SIGARETTE ELETTRONICHE

Una seconda determinazione della ADM ha riguardato le regole per la vendita di sigarette elettroniche da parte di farmacie, parafarmacie ed esercizi di vicinato, che sono quei negozi al dettaglio, come i sali e tabacchi o le salumerie che occupano una superficie limitata (<150 m²) e con un limitato bacino di utenza (< 10.000 abitanti).
Tra le regole, importante è l’obbligo di osservare il divieto di vendita di sigarette elettroniche ai minori e verificare la maggiore età dell’acquirente, controllando il documento di
identità, tranne nei casi di evidente maggiore età. Nei casi in cui la rivendita gestisca anche distributori automatici, questo deve essere dotato di un sistema di rilevamento dell’età anagrafica dell’acquirente.

3. IL PEZZO MANCANTE

Con questi atti, l’Agenzia mostra la volontà di regolamentare il settore, una buona notizia perché questo settore ha bisogno di regole, viso che, assieme ai profitti per alcuni, produce dipendenza e danni per la salute per altri.
L’Agenzia, è vero, non ha tra i suoi compiti, la tutela della salute, ma c’è un problema che affligge il commercio delle sigarette elettroniche: il mancato rispetto del divieto di vendita ai minori.
Due indagini, indipendentemente una dall’altra, hanno mostrato che i minori hanno facilmente accesso alle sigarette elettroniche. Il CNR, con lo studio ESPAD, ha evidenziato che, nel 2019, il 14% degli adolescenti consumava sigarette elettroniche e il 40% l’ha provata almeno una volta. Un anno prima, lo studio GYTSS dell’Istituto Superiore di Sanità aveva mostrato che il 22% dei ragazzi e il 13% delle ragazze usava sigarette elettroniche.
Non si tratta di una minoranza trascurabile e l’Agenzia avrebbe competenza e mezzi far applicare il divieto di vendita previsto dall’articolo 24 del decreto legislativo n.6 del 2016, l’atto che ha implementato la Direttiva Europea.

Fonte

Agenzia Accise Dogane Monopoli DETERMINAZIONE DIRETTORIALE1 (Avvertenze Sanitarie), Roma, 29 marzo 2021

Agenzia Accise Dogane Monopoli DETERMINAZIONE DIRETTORIALE2 (Esercizi di Prossimità) Roma, 29 marzo 2021